Estetica Magazine

Share This Article

“Il biondo mi ha sempre appassionato: è il colore più difficile da realizzare e amo le sfide” racconta Sebastiano Attardo@Imago, Milano. “Il mondo della colorazione non è solo arte: occorrono studio e metodi innovativi per ottenere sui capelli il risultato che si desidera. A tanti colleghi manca una vera conoscenza colorimetrica: agiscono in modo automatico, sovente involontario. Occorre padroneggiare perfettamente la teoria per ottenere il risultato che si vuole, senza derive indesiderate. Per questo ho messo a punto l’Armocromia, un metodo di sfumature che insegno in Master Class private e che permette di ottenere sfumature di biondo molto naturali, anche se si parte da una base scura. Non si creano righe e non si generano riflessi giallo arancio.”

“I decoloranti hanno sicuramente una invadenza importante sul capello perché vanno a eliminare i pigmenti e a sensibilizzare i ponti di zolfo: in pratica lo vanno a svuotare all’interno. Oggi però i prodotti che utilizziamo sono super delicati e, per quanto mi riguarda, non vado mai a decolorare a 30/40 volumi, ma uso ossidazioni veramente molto basse per avere una schiaritura più pulita, che rimane nel tempo e non va a sensibilizzare il capello. Perché il problema sta sempre tutto nella decolorazione: se non si raggiunge il giusto tono di schiaritura subito, poi ci si aiuta con il tonalizzante, che però agisce su una base che già esiste. Per cui se nell’immediato il risultato può anche funzionare, la base rimane gialla-arancio e dopo qualche lavaggio il riflesso è visibile dalla cliente.”

“Il punto-consulenza è il cardine, perché il biondo è un sogno che bisogna saper tradurre. Per questo nasco con la consulenza d’immagine: è fondamentale imparare ad ascoltare, altrimenti facciamo sulla testa della cliente quello che vogliamo noi parrucchieri, senza dare corpo alle sue reali aspettative. In ogni caso qualsiasi esse siano, se i capelli sono troppo sensibilizzati non faccio alcun lavoro colore. Perché parto dal presupposto che una bella testa si ha solo quando il capello è sano. Se così non è, prima occorre ristrutturarli: un ‘no’ ben spiegato va detto senza paura. Se si facesse il lavoro, il risultato parlerebbe male del salone”.

“I biondi che desiderano le donne tendenzialmente sono freddi. Vogliono i beige, sabbiati, i biondo burro. Nuance che magari possono essere calde come tono, ma certo mai giallo o arancione. Fondamentale fare la decolorazione con ossigeni bassi, usare tonalizzanti specifici e ricostruire il capello. Poi però c’è un ultimo passaggio, determinante per avere un bel biondo: la manutenzione.
Perché 365 giorni l’anno i capelli sono in testa alla cliente, non da me in salone, quindi è importante che li curi lei a casa, nella quotidianità. Io posso fare un super lavoro ma poi se non lo gestisce nel tempo è come fare la liposuzione e mettersi a mangiare!”.

Leggi altri articoli

ETNO-CHIC COME ELODIE

La cantante romana sfoggia un nuovo look e ci conquista con il suo messaggio di libertà. La libertà di essere sempre chi vogliamo. – Cambiare look, osare, giocare con hair e make up non spaventa la versatile Elodie. Che in concomitanza con il lancio del suo ultimo singolo Guaranà ha postato sui social le immagini […]

SOFT – PUNK ANNI 80

L’attrice inglese Vanessa Kirby ha conquistato Venezia (e non solo) con il suo look molto sobrio e glamorous –  A Venezia in occasione della 77 edizione della Mostra del Cinema è nata una sella: Vanessa Kirby. Nota per il suo ruolo da principessa Margaret nella serie The Crown prodotta da Netflix è la protagonista di […]

SI FA PRESTO A DIRE BIONDO

E’ un colore per tutte, a patto che venga studiato con attenzione e realizzato ad arte, perché crei armonia con i toni naturali del viso. (con la consulenza di Sebastiano Attardo, hair-stylist a Milano, specialista del biondo, ideatore della tecnica Armocromia) Il bello della questione è che nessuna è precluso. Colore per definizione femminile e […]

Beauty Coach

Se anche voi fate parte della vastissima schiera delle ‘bionde dentro’, donne che al fascino di una chioma patinata prima o poi nella vita non sanno resistere, dovete fare i conti con il fatto che il biondo non è un colore semplice. Innanzitutto perché alto è il rischio che sia poco naturale, così come del […]

E tu di che biondo sei?

Come si riconosce un blonde bello ed eseguito a regola d’arte? “Quando illumina il viso e regala un aspetto elegante”, spiega Sebastiano Attardo, fondatore e consulente di immagine di Imago a Milano. Attardo è un tecnico colorista specializzato: ha seguito innovativi corsi di colorazione e tecniche tra l’Europa, l’America e gli Emirati Arabi. Il suo […]